Il Remote Gaming a Malta

Malta è diventata il centro europeo del gioco online a distanza (i-Gaming) e rilascia licenze a società che operano nel settore e che offrono servizi come casinò, poker, scommesse sportive, P2P, lotterie, nonché vendita di software attraverso mezzi di comunicazione a distanza. Grazie alle Remote Gaming Regulations (normative sul gioco a distanza – 2004), gli operatori di gioco on-line con sede a Malta godono di un regime giuridico stabile, oltre che di agevolazioni fiscali molto interessanti e notevoli incentivi fiscali, inclusi tassi vantaggiosi sia sulle imposte aziendali che di gioco.

Perché Malta?

  • Uno stato membro dell’UE in cui il gioco a distanza è legale e regolato da una legislazione appropriata, consentendo agli operatori dell’industria il libero movimento di beni e servizi;

  • Un regime fiscale molto conveniente che offre tassi vantaggiosi sia sulle imposte aziendali che di gioco;

  • Economica acquisizione della licenza;

  • Reputazione come giurisdizione ben regolamentata che salvaguarda gli interessi degli operatori e dei giocatori;

  • Alti standard contro il riciclaggio di denaro;

  • Clima politico ed economico stabile;

  • Presenza di istituzioni per i servizi finanziari rinomate e ben gestite, oltre che di sistemi di pagamento online sicuri;

  • Una vasta rete di trattati sulla doppia imposizione e di altra legislazione di sgravio dalla doppia tassazione;

  • La possibilità di pubblicizzare i servizi nel Regno Unito in quanto Malta fa parte della lista bianca del Regno Unito;

  • Disponibilità di professionisti e servizi di supporto specializzati nell’industria del gioco;

  • Forza lavoro altamente qualificata e preparata con buone competenze linguistiche;

  • Infrastrutture ad elevata tecnologia per le telecomunicazioni;

  • Sigillo di approvazione rilasciato a tutti i titolari di licenza;

  • Esistenza del Malta Remote Gaming Council, composto dai titolari di licenza e dai service provider; ente preposto al mantenimento dei contatti con le autorità competenti nelle materie relative all’industria del Remote Gaming.

Requisiti per la licenza

Qualsiasi soggetto che svolge attività di gioco a distanza on-line a o da Malta dev’essere autorizzato con licenza rilasciata dalla Lotteries and Gaming Authority (autorità per le lotterie e il gioco). I requisiti per l’idoneità alla licenza sono:

  • essere una società a responsabilità limitata costituita a Malta;

  • avere i requisiti di rispettabilità e onestà;

  • dimostrare di avere adeguate abilità commerciali e tecniche per poter svolgere una tale attività;

  • provare che l’attività è coperta da sufficienti riserve o garanzie e che il pagamento delle vincite ai giocatori e i depositi degli utili sono garantiti.

Procedimento per la licenza

Il procedimento per l’ottenimento di una licenza per il gioco a distanza richiede:

  • la presentazione di una domanda di licenza per il gioco a distanza, una valutazione sugli standard di rispettabilità ed onestà dei beneficiari e dei direttori finali e un progetto d’impresa dettagliato delle attività proposte;

  • la costituzione di una società maltese e la presentazione di un dettagliato manuale operativo che delinei l’architettura di applicazione, l’architettura di sistema, il software, le procedure di controllo e sicurezza, le procedure di back-up e di disaster recovery congiuntamente a specifica documentazione costitutiva.

Rivista con successo la documentazione presentata e fatta la verifica del sistema, alla società maltese è fornita una piena licenza di Remote Gaming per un periodo di cinque anni, rinnovabile su richiesta. Il titolare della licenza dovrebbe iniziare la propria attività e, nel corso del primo anno ottenere una certificazione di conformità basata sullo standard ISO/IEC17799:2000 per le attività svolte nell’ambito del Remote Gaming. In seguito alla concessione di licenza, oltre alla necessaria certificazione di conformità, il titolare della licenza è tenuto ad attenersi ai termini e alle condizioni che gli possono essere imposti dalla LGA. Una di queste condizioni include la nomina di un funzionario principale (Key Official) entro venti giorni dall’emissione della licenza.

Tariffe e durata della licenza

Alla presentazione della domanda per l’ottenimento della Remote Gaming Licence (licenza per gioco a distanza) si effettua un versamento una tantum di € 2.330 alla Lotteries and Gaming Authority (LGA). Per avviare la verifica obbligatoria del sistema, deve essere corrisposta anche una tassa una tantum pari a € 1.770, sempre a favore della LGA. All’emissione della Remote Gaming Licence e per ogni anno successivo, si paga una tassa di € 8.500 alla Lotteries and Gaming Authority.

Le licenze sono concesse per un periodo di 5 anni e sono rinnovabili per ulteriori periodi di 5 anni ciascuno. Per la procedura di rinnovo di una licenza, dovrà essere corrisposto alla Lotteries and Gaming Authority un importo pari a € 1.500.

Classi di licenze

I richiedenti possono presentare domanda per le seguenti classi di licenze:

  • Classe 1 – Operatori disposti ad assumere un rischio su giochi ripetitivi che sono generati da eventi casuali (random) (quali ad esempio giochi stile casinò, lotterie, slot e bingo).

  • Classe 2 – Operatori che gestiscono il proprio rischio sulle scommesse fatte su certi eventi (ad esempio scommesse sportive).

  • Classe 3 – Operatori che ricevono commissioni per promuovere e sostenere il gioco da Malta (ad esempio P2P, poker network, scambio di scommesse e portali di gioco)

  • Classe 4 – Piattaforme di gioco che ospitano e gestiscono operatori di gioco a distanza. Questa classe è dedicata ai venditori di software che desiderano offrire strutture di hosting e management sulle proprie piattaforme.

Classe 1 su classe 4, classe 2 su classe 4, classe 3 su classe 4 corrispondono alle attività classe 1, classe 2 e classe 3 così come definite sopra, fatto salvo il caso in cui l’operatore sia ospitato su piattaforma di classe 4, ossia che l’operatore non sia proprietario di alcun software.

Regime fiscale

Gli azionisti della società, siano essi persone fisiche o giuridiche, possono avvalersi del sistema di rimborso del credito di imposta ai sensi della legge maltese. Inoltre, per via del sistema tributario di imputazione contemplato dalla legislazione maltese, gli azionisti non sono soggetti ad ulteriori imposte sui dividendi ricevuti dalla società. Il rimborso sarà di norma pari a 6/7 (85,7%) del totale delle imposte pagate, incluse eventuali imposte estere. Se la società che distribuisce i dividendi richiede lo sgravio dalla doppia tassazione, il rimborso sarà pari ai 2/3 (66,6%) delle imposte pagate.

Per ulteriori dettagli vi preghiamo gentilmente di consultare il nostro depliant informativo “Società maltesi e loro relativa tassazione”.

In determinate circostanze, potrebbe essere vantaggioso interporre una holding maltese tra gli azionisti e il titolare della licenza, in modo che i dividendi e i rimborsi fiscali vengano pagati alla holding anziché direttamente agli azionisti. Verrà cosi evitata un’imposta immediatamente imponibile nel Paese in cui l’azionista è domiciliato. Tale società intermediaria può essere utilizzata anche come tramite per altri investimenti.

Il titolare della licenza può anche avvalersi della rete estensiva di convenzioni sulla doppia imposizione, oltre che di altre forme di sgravio dalla doppia imposizione. Inoltre, la società è esente da imposte di trasferimento, restrizioni sul controllo valutario, nonché dalle plusvalenze sul trasferimento delle azioni.

Imposte sul gioco

L’imposta sul gioco (con un tetto massimo di € 466.000 per licenza) è calcolata come segue:

  • Classe 1 (in autonomia): € 4.660 al mese per i primi sei (6) mesi e € 7.000 al mese per i successivi.

  • Classe 1 su classe 4: € 1.200 al mese pagabili alla classe 4.

  • Classe 2 (in autonomia): 0,5% sull’importo lordo delle scommesse accettate.

  • Classe 2 su classe 4: 0,5% sull’importo lordo delle scommesse accettate pagabili alla classe 4.

  • Classe 3 (in autonomia): 5% del Reddito Reale (guadagno proveniente dal piatto meno il bonus, commissioni e oneri per le transazioni di pagamento).

  • Classe 3 su classe 4: 5% al mese del reddito reale pagabile alla classe 4.

  • Classe 4: Nessuna imposta per i primi sei mesi, € 2.330 al mese per i seguenti sei mesi e € 4.660 al mese per i successivi.

Soggetta anche al pagamento di una tassa di gaming di € 1.165 per ogni operatore ospitato sulla propria piattaforma, non trattandosi di un operatore in possesso di una classe rilevante 1 su 4, 2 su 4 o 3 su 4 di licenza Remote Gaming.

Funzionario principale

Ciascun titolare di licenza, conformemente alle Remote Gaming Regulations, è tenuto a nominare un funzionario principale il quale dovrà essere approvato dalla Lotteries and Gaming Authority. L’Authority svolgerà le dovute indagini per assicurarsi che tale persona abbia i requisiti di rispettabilità e onestà necessari per ricoprire la carica. Oltre a questi requisiti tale soggetto deve essere residente a Malta e deve ricoprire la carica di direttore della società licenziataria con sede a Malta. Le funzioni principali di tale ruolo includono la supervisione in persona delle operazioni del titolare della licenza, l’assicurarsi che esso operi in conformità con tutte le condizioni e direttive della licenza stabilite dalla Lotteries and Gaming Authority e che esso agisca nel rispetto di tutte le leggi e dei regolamenti applicabili.

Further information may be obtained from one of our leading experts by contacting us below:

Your Name (required)

Your Email (required)

Subject

Your Message

 Yes, I would like to receive EMD's newsletter with information regarding legal developments and new services.

To help us fight spam, please enter the verification code below:
captcha